Le mie battaglie

In questa sezione sono raccolte le battaglie che ho portato in Parlamento per rendere il nostro Paese e la nostra regione più democratici, vivibili e competitivi e per riportare l’interesse generale al centro dell’azione politica. Ho detto no, ad esempio, alla riforma costituzionale e alla nuova legge elettorale per tutelare i principi democratici sanciti dalla Costituzione e il diritto di voto e di scelta degli elettori. Mi sono impegnata per fare in modo che la legge sulla concorrenza venga approvata ogni anno, così come stabilisce la normativa, e ho lavorato per introdurre la liberalizzazione dei farmaci di fascia C in modo da permettere ai 4 milioni di italiani che oggi non riescono a curarsi come si deve, di disporre di medicinali a prezzi più bassi ed eliminare la assurda disparità tra farmacisti titolari di licenza e farmacisti che operano nelle parafarmacie. Ancora, ho contribuito alla redazione del dossier su industria 4.0 sulla base del quale il governo ha predisposto il successivo piano che, dopo decenni di immobilismo, sta portando ad una profonda innovazione di processi e produzioni e aprendo nuove possibilità occupazionali per i giovani professionisti. Infine, ho lavorato perché l’Umbria non sia più una regione ‘bella e impossibile’ ma piuttosto dove le infrastrutture viarie, ferroviarie e aeree siano efficienti e sicure.

Ecco, quindi, le battaglie che ho portato avanti: